28/01/2019 - 3 considerazioni e 3 risposte circa i fatti di cronaca avvenuti di recente

3 considerazioni e 3 risposte circa i fatti di cronaca avvenuti di recente

Prima affermazione che mi ha colpita: Una volta si partorivano anche 6 figli e non succedevano queste cose. Le donne di oggi sanno solo lamentarsi.

 

Questa è una valutazione distorta e facile da confutare. Non dobbiamo sottovalutare l’effetto della veloce amplificazione mediatica di eventi che a livello percentuale sono comunque, fortunatamente, fuori dall’ordinario e poco frequenti. Quanto più una notizia poi coinvolge parti emotive e paure ancestrali, tanto più la paura, l’inquietudine e il bisogno di difenderci da essa, trovano risonanza nella grande cassa che è il mondo della socialità virtuale.

E’ importante fare una considerazione di ordine sociologico e cioè pensare che un tempo l’identità di una donna coincideva in senso abbastanza univoco e unitario con l’essere madre ed occuparsi della casa e in questo tipo di identità ci si rispecchiava facilmente fra vicine di casa, di cortile o di rione. Oggi, complici le conquiste che come donne abbiamo fatto, la transizione alla genitorialità per una donna coincide spesso con un improvviso venir meno degli aspetti identitari che la descrivono e che occupano la sua giornata: lavoro, impegni sociali, hobby o cura di sé. Da un giorno all’altro ci si trova a condurre una vita che può sembrare spaventosamente nuova e priva dei riferimenti che si avevano. Spesso le mamme nei gruppi che seguo, riferendosi alla possibilità di una maternità anticipata, di primo acchito mi riferiscono “beh ma cosa sto a fare a casa così tanto tempo prima? Mi annoio”

 

Seconda affermazione che mi ha colpita: Ma il marito non si è accorto di niente?

Dal punto di vista puramente clinico, il crollo psicotico può avere un esordio molto veloce, quasi repentino. Spesso è il triste epilogo di una condizione depressiva non riconosciuta, nemmeno dalla dona stessa, ma si tratta clinicamente di due quadri clinici diversi, non sovrapponibili. La possibilità che il partner si accorga o meno non va correlata a una maggiore o minore qualità affettiva della relazione o alla capacità empatica. Bisogna inoltre sapere che i primi giorni dopo la nascita sono giorni densi di novità e di stimoli assolutamente nuovi e impegnativi per la coppia che appare del tutto concentrata su un processo mentale descritto comunemente dalle coppie come “trovare il manuale di istruzioni del neonato”. In questo stato entrambi i genitori rischiano di essere concentrati in un eccesso interpretativo sul neonato e perdere fisiologicamente di vista il partner.

 

Inoltre bisogna sapere che il funzionamento psicotico, clinicamente è una severa alterazione dell’equilibrio psichico (quindi anche dell’equilibrio neurochimico) che può avvenire piuttosto improvvisamente anche in persone che fino ad allora hanno funzionato con un ottimo livello di adattamento alla realtà. Questo significa in parole semplici che il cervello umano è capace di trovare sofisticate strategie di adattamento  per aggirare le tensioni interne e lasciarle fuori dalla coscienza (in gergo clinico parliamo di funzionamento dissociativo) creando un buon equilibrio ma che alla lunga potrebbe essere poco solido. Il buon equilibrio può spezzarsi quando incontra eventi che minacciano proprio queste funzionali e inconsapevoli operazioni di aggiustamento mentale. Si spezza e inonda la mente di tutto ciò che prima abbiamo tenuto ben controllato. E nei casi più complessi, fuggire del tutto dal peso delle ansie che affiorano, può significare uscire dalla realtà per un po’. E’ molta la letteratura scientifica che descrive a vari livelli come la gravidanza, che culmina con la nascita, è un evento ordinario nella vita di un individuo, ma che allo stesso tempo smuove a livello mentale tantissime informazioni contenute nella nostra libreria di memorie più o meno consapevoli.

Se accettiamo e capiamo come un infarto possa venire anche ad uno sportivo fino ad allora giudicato perfettamente sano e prestante, possiamo capire come uno stato transitorio depressivo e poi psicotico, possa capitare anche a donne insospettabili.

 

Terza affermazione: Certa gente dovrebbe pensarci bene prima di mettere al mondo i figli.

Quanto detto fino ad ora può bastare per rispondere agli autori di quest’ultima affermazione. Vi assicuro che ogni donna e ogni uomo pensano in qualche modo a se e come mettere al mondo un figlio. Se è vero che vi sono alcune donne che molto consapevolmente riferiscono di non avvertire in sé l’identità materna nè il bisogno di procreare, è anche vero che molte sentono dentro di sé che diventare genitore può essere una naturale occasione di allargamento psichico. E che proprio quel diventare madri può essere l’esperienza che consentirà loro di riparare alcune ferite interne legate proprio al bambino che sono state, divenendo genitori migliori di quelli che hanno avuto. Ogni donna si chiede, a un certo punto, se sarà davvero in grado di accudire il figlio che porta in grembo. E credo che questa domanda andrebbe sempre ascoltata anche solo per un’ora, da un professionista che abbia gli strumenti per capire se quella domanda è solo un normale autoesame, o se cela soffocate grida di aiuto più profonde.

 

Se vuoi fissare un appuntamento con la Dottoressa Sala contattaci al 349-1657330 o a info@mama-o.it.

 


931 visualizzazioni | 0 commenti



Dottoressa Letizia Sala, psicologa psicoterapeuta

Letizia Sala, psicologa & psicoterapeuta ad indirizzo psicodinamico. 

Collabora da anni con Mama-o per la conduzioni di alcuni corsi (Mamme Bis, Corso Pre Parto) e riceve privatamente nella sede di Merate.

Se vuoi fissare un appuntamento contattaci al 349-1657330 o a info@mama-o.it.


Commenti

Non sono presenti commenti a questo post, commenta per primo!

Inserisci commento

ULTIMI ARTICOLI

Cercasi Collaboratori per la sede di Mama-o Arcore

Carissimi, come sapete stiamo ampliando notevolmente la nostra sede di Mama-o Arcore e con essa,

Leggi tutto

3 considerazioni e 3 risposte circa i fatti di cronaca avvenuti di recente

Prima affermazione che mi ha colpita: Una volta si partorivano anche 6 figli e non succedevano quest

Leggi tutto

Nel 2018 Tre Neonati su Cinque non sono Allattati al Seno entro la Prima Ora

Si stima che 78 milioni di bambini - o tre su cinque - non siano allattati al seno entro la prima or

Leggi tutto

Il Parto deve Essere il tuo più Grande Successo. Preparati al Meglio, con Mama-o Merate!

Care mamme e coppie in dolce attesa, l'estate è quasi finita, ma la vostra avventura con

Leggi tutto

Corsi in Fattoria a Merate per bimbi da 1 a 7 anni!

Il tempo è ancora bello e per questo non vogliamo ancora "chiuderci" al chiuso, ma

Leggi tutto

ARTICOLI PIU' LETTI

Tutta la Verità sul Dolore del Parto

Partorire farà male? Quante volte che questa domanda ti ha attraversato il cervello come u

Leggi tutto

Elenco utile (per davvero!) per la Borsa per il parto in Ospedale, in Casa Maternità o in Casa

Il web pullula di liste per preparare la Borsa per il parto, ma la verità è che tutte

Leggi tutto

Tutta la Verità sull'Induzione

Le future mamme, molto spesso, non ricevono un'informazione adeguata sulla pratica del parto ind

Leggi tutto

Ora so cosa vuol dire Non Dormire

Ho sostenuto e ho parlato con tantissime mamme in questi tre anni di mama-o, ho ascoltato i loro rac

Leggi tutto

La posizione migliore del feto per nascere: Come favorirla? Esercizi e suggerimenti pratici.

Si parla moltissimo di posizioni utili da assumere in travaglio  e durante il parto,

Leggi tutto